Fondo impresa femminile: tutte le FAQ aggiornate

Tutte le informazioni su chi può accedere ai finanziamenti, per quali tipi di attività, come si presenta la domanda

Data di pubblicazione:
13 Aprile 2022
Fondo impresa femminile: tutte le FAQ aggiornate

Come abbiamo visto in precedenza, a partire dal mese di maggio potranno essere presentate le domande per richiedere contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati, secondo il calendario delle date di apertura degli sportelli:

  • per l’avvio di nuove imprese femminili o costituite da meno di 12 mesi la compilazione delle domande è possibile dalle ore 10 del 5 maggio 2022 mentre la presentazione a partire dalle ore 10 del 19 maggio 2022;
  • per lo sviluppo di imprese femminili costituite oltre 12 mesi la compilazione delle domande è possibile dalle ore 10 del 24 maggio 2022 mentre la presentazione a partire dalle ore 10 del 7 giugno 2022.

Gli sportelli per la presentazione delle domande saranno gestiti da Invitalia per conto del MISE.

Detto questo, sul sito del MISE sono state pubblicate le FAQ di riferimento, che chiariscono tutti i dubbi andando a definire le modalità operative per la richiesta nonché i requisiti per l'accesso. Sotto, una veloce carrellata delle più 'interessanti', ma consigliamo di visionarle tutte!

 

Chi può accedere ai finanziamenti previsti dal Fondo impresa femminile?

Possono ricevere i finanziamenti le “imprese femminili”, definite come:

  1. società cooperative o società di persone con almeno il 60% di donne socie;
  2. società di capitali le cui quote e componenti degli organi di amministrazione siano per almeno i due terzi di donne;
  3. imprese individuali con titolare donna;
  4. lavoratrici autonome.

Le condizioni devono sussistere al momento di presentazione della domanda.

Per la definizione di impresa femminile il riferimento è al DM 30 settembre 2021 (GU 14 dicembre 2021) capo I, articolo 1.

 

È necessario essere costituiti come impresa per poter presentare la domanda?

No, le persone fisiche che intendono costituire un'impresa femminile possono presentare domanda di accesso alle agevolazioni previste dal Capo II (Avvio d’impresa).

Per le società, questo significa che l’impresa costituenda (a seconda delle diverse fattispecie: soci, quote, amministratori,…) deve rispettare i requisiti previsti per le imprese femminili e che non è ammessa la presenza di persone giuridiche tra i futuri soci.

Nel caso in cui il progetto venga ammesso alle agevolazioni l’impresa si deve costituire e ha 60 giorni di tempo dalla comunicazione di esito positivo, per inviare i documenti che provano l’avvenuta costituzione dell’impresa o l’apertura della partita IVA nel caso di attività libero professionali.

 

Quali attività sono ammissibili?

Sono ammesse attività nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli, dei servizi, del commercio e del turismo.

Non è ammissibile la produzione primaria di prodotti agricoli.

 

Come si presenta la domanda?

Le domande devono essere presentate online sulla piattaforma di Invitalia, che gestisce l’incentivo per il Ministero dello sviluppo economico, che sarà attivata in tempi diversi per le due linee di incentivo secondo le seguenti date:

Apertura per la precompilazione delle domande

AVVIO (CAPO II del decreto): 5 maggio 2022

SVILUPPO (CAPO III del decreto): 24 maggio 2022

Apertura sportello per la presentazione delle domande

AVVIO (CAPO II del decreto): 19 maggio 2022

SVILUPPO (CAPO III del decreto): 7 giugno 2022

Fonte: Omnia del Sindaco

Ultimo aggiornamento

Venerdi 23 Settembre 2022